REVAMPING

Dal 1978 EEI S.p.A. progetta e produce equipaggiamenti elettronici per gli impianti a fune per il trasporto di persone e di materiali, EEI forte dei numerosi impianti ancora efficienti, è soprattutto interessata all’ammodernamento ed ai revamping degli impianti in servizio da decenni. Molti di questi, impiegano ancora i circuiti originali di controllo ad elettronica analogica progettati negli anni ’80 e ’90, che stanno dimostrando le loro doti di affidabilità e sicurezza in tanti anni di esercizio.

Per questi impianti, EEI ha progettato e sta utilizzando nuove versioni compatibili con le stesse schede di controllo costruite al tempo ma realizzate con componenti tecnologicamente attuali, affidabili e perfettamente compatibili con le vecchie unità.

Le nuove versioni delle schede di controllo EEI mantengono completamente inalterate tutte le funzioni, l’architettura elettrica e l’organizzazione generale dei circuiti (ingressi e uscite, regolazioni con potenziometri ecc.). Nei circuiti che realizzano le funzioni importanti, l’unica differenza è la sostanziale sostituzione dei componenti obsoleti con componenti aggiornati abbinati ad una forte interfaccia diagnostica a microprocessore che si interfaccia con l’operatore tramite un pannello LCD a colori di tipo touch screen.

SCHEDE FN

Per i vostri impianti analogici con componenti discreti, attualmente in funzione, EEI ha la possibilità di garantirvi tutta l’affidabilità d’esercizio di cui avete bisogno, necessaria per garantire alla vs. clientela un trasporto adeguato.

Le nuove versioni “serie FN” delle schede di controllo ad elettronica analogica sono destinate sia alla realizzazione di nuove apparecchiature, per l’ammodernamento di sciovie e di seggiovie ad attacchi fissi, sia ad essere fornite come ricambi per la sostituzione pin to pin delle storiche schede serie 700.

Le nuove versioni sono perfettamente intercambiabili con le precedenti; per sostituire una scheda obsoleta con la scheda nuova equivalente è sufficiente estrarre la scheda precedente, inserire la nuova, ed aggiustare le tarature con gli stessi semplici metodi impiegati per la precedente.

I circuiti ad elettronica analogica delle versioni precedenti comandavano strumenti indicatori, lampade e LED; le nuove versioni consentono di realizzare in modo eguale tutte queste funzioni.

Nelle nuove versioni sono stati aggiunti circuiti a microprocessore che raccolgono molte informazioni dai circuiti analogici e possono trasmetterle ad un Pannello Operatore opzionale.

Il nuovo Pannello Operatore mostra sul display grafico un numero molto maggiore di informazioni utili all’operatore per la ricerca delle cause degli arresti e dei guasti, l’esercizio e le prove:

  • stati di funzionamento, degli ingressi e delle uscite;
  • andamento delle grandezze ricevute e comandate (velocità, corrente, riferimenti);
  • stato degli allarmi, con indicazione del primo intervenuto che ha comandato l’arresto;
  • grafici della velocità, della corrente e del comando dei freni durante l’arresto.

Mettetevi in contattno con il team EEI per ricevere documentazione tecnica o per un preventivo.

SCHEDE FF

EEI con queste soluzioni intende darvi la possibilità di aggiornare i vostri impianti già del tipo digitale, all’attuale stato dell’arte.

Con la creazione di nuove schede si apre la quinta generazione di apparecchiature e l’integrazione di un nuovo supervisore SCADA nato in ottica Industry 4.0.

EEI vi consentirà di proiettare il vs. impianto allo stesso livello di un impianto nuovo con pochi semplici ed economici passi:

  • Adeguamento tecnologico con la sostituzione delle schede su rack con la nuova generazione pin to pin compatibile con le esistenti ed eventuale adeguamento alle PTS-IE per gli impianti costruiti prima del 2001.
  • Garanzia di ricambi per oltre 10 anni.
  • Nuovo e potente supervisore SCADA con pacchetti opzionali personalizzabili per le esigenze di ogni cliente quali: Pacchetto manutenzione, Statistiche di guasto, Rilevazioni dei guasti registrati su ogni vettura tramite lettura con sistema RFID Tag, Connessioni da remoto, connessioni WI-FI ad I pad, PC portatili, Telecamere di controllo o manutenzione, ecc.
  • Possibilità di finanziamento Industry 4.0

Mettetevi in contatto con il team EEI per ricevere documentazione tecnica o per un preventivo.

SISTEMA DI SUPERVISIONE SCADA

Il nuovo sistema di supervisore rientra a pieno titolo tra le “tecnologie intelligenti”:

  • Smart Production: creando un collegamento diretto tra macchinista, macchina e strumenti.
  • Smart service: per l’integrazione tra i sistemi e le strutture integrando il supporto fornitore – cliente tramite possibilità di accesso da remoto per operazioni di manutenzione e risoluzione di problemi in modo collaborativo.
  • Smart energy: tutto questo sempre con un “occhio attento ai consumi energetici”, con la possibilità di utilizzare azionamenti elettrici alimentati da “A.F.E.” (active front end) per motorizzazioni più performanti e riducendo gli sprechi di energia secondo i paradigmi tipici dell’energia sostenibile. L’uso di sistemi AFE-Inverter per le motorizzazioni in corrente alternata, oppure AFE – Chopper per motori in corrente continua, permette di ridurre i consumi grazie all’eliminazione delle correnti armoniche ed alla correzione automatica del cos φ senza l’ausilio di banchi condensatori e reattanze, che come noto disperdono molta energia in calore.

La peculiarità del nuovo supervisore nato per l’integrazione tra sistemi informatici è strettamente connessa al concetto di industria 4.0, per cui è possibile beneficiare degli incentivi fiscali definiti dal piano Nazionale Industria 4.0 della legge di bilancio.

La pagina principale “cruscotto” contiene tutte le indicazioni utili all’operatore. Nella parte superiore è evidenziato l’allarme primo intervenuto e su richiesta lo storico d’arresto. Cliccando sul primo intervenuto sarà possibile l’apertura della pagina relativa all’unità di protezione prima intervenuta per l’analisi approfondita dell’arresto.

Mettetevi in contatto con EEI per ricevere documentazione tecnica o per un preventivo.

CIRCUITO DI SICUREZZA DI LINEA SELETTIVO PER IMPIANTI MONOFUNE

Il Circuito delle sicurezze di linea EEI 19 è del tipo “selettivo” che si è diffuso negli ultimi anni per le migliori prestazioni. La sua caratteristica è l’impiego di Circuiti dei Sostegni separati, ciascuno dedicato ad un sostegno di linea o ad una stazione remota.

Ciò consente di riconoscere chiaramente il sostegno o la stazione che ha rilevato una condizione anomala, o ha trasmesso un comando di Arresto, oppure non funziona correttamente a causa di un guasto. Qualora risulti necessario, e con le opportune procedure, il Circuito “selettivo” consente di escludere un Circuito del Sostegno colpito da un guasto, mantenendo tuttavia in funzione gli altri Circuiti dei Sostegni.

Il Sistema è destinato ad essere utilizzato sia per funivie che hanno un percorso corto e pochi sostegni di linea, sia per funivie lunghe fino a circa 3 km e e 30 sostegni. A ciascun sostegno è associato un Circuito con corrente di riposo indipendente: ciò per poter escludere un Circuito completo di Sostegno lasciando in funzione gli altri, e per identificare con chiarezza dove è comparsa la condizione irregolare oppure è avvenuto un guasto.

Queste esigenze richiedono una struttura modulare del Sistema:

  • un numero di moduli “Circuito del Sostegno” configurabile secondo le esigenze dell’impianto;
  • un PLC di sicurezza, addetto a gestire il funzionamento dei moduli, elaborare le numerose informazioni che essi trasmettono ed emettere il comando riassuntivo di Consenso / Arresto con adeguate prestazioni di sicurezza e test continuo delle correnti di riposo.
  •  Un Pannello Operatore, comandato dal PLC di sicurezza, adatto a fornire all’operatore l’elevato numero di informazioni raccolte dai numerosi Circuiti dei Sostegni ed elaborate dal PLC trasmettitore per una chiara e inequivocabile diagnosi per ogni sostegno.

CIRCUITO DI SICUREZZA DI LINEA PER IMPIANTI BIFUNE

Il Circuito delle sicurezze di linea per impianti bifune è del tipo induttivo e capacitivo.

EEI ha installato su vari impianti a fune, di nuova costruzione o ammodernati, il componente di sicurezza conforme alla direttiva 2000/9/CE detto “Sistema di trasmissione dei comandi EEI 08 per funivie”.

Un singolo “Sistema di trasmissione dei comandi”:

  • Raccoglie fino a 32 segnali On/Off nel “posto remoto” (ad esempio una vettura); 28 sono “comandi” di uso generale, 4 sono adatti ai “segnali veloci”, ad esempio dei sensori di punto fisso, che richiedono un trattamento particolare.
  • Trasmette i 32 segnali lungo la fune al “posto centrale” (la stazione motrice).
  • Riassume i 28 comandi ed emette 2 comandi di arresto (“Arresto Elettrico” e “Arresto Meccanico”), adatti a funzioni di classe AK3 o AK4, la più alta prevista dalle norme armonizzate.
  • Emette 6 segnali On/Off che ripetono altrettanti comandi e segnali veloci raccolti nel “posto remoto” (ad es. Punto fisso, Consenso, Marcia), adatti a funzioni di classe AK1 o AK2.
  • Ritrasmette al PLC del “posto centrale” lo stato dei 32 segnali raccolti nel “posto remoto”. Nel “posto remoto” può essere installata una scheda, per raccogliere 14 “comandi” e 2 “segnali veloci”, oppure due schede, per raddoppiare i segnali disponibili.